Archivio Autore: anpicremona - Pagina 29

Ricordo di Luigi Ruggeri, il partigiano “Carmen”

Giuseppe Azzoni – Pozzaglio 29 settembre 2013

Quella di Luigi Ruggeri, nome di battaglia “Carmen”, è figura tra le più forti della storia della Resistenza cremonese.
Luigi Ruggeri è nato a S. Martino in Beliseto il 24 dicembre 1920. Teniamo dunque presente che nel corso della guerra di liberazione ha 22 e 23 anni. La sua è una famiglia di un piccolo imprenditore agricolo. Non molto tempo dopo il padre cambierà lavoro, verrà ad abitare a Cremona, in via Buoso da Dovara, ed aprirà un’osteria con annessa salumeria. Luigi dopo le scuole lavora come commesso. Appena ne ha l’età, nel 1939, si arruola nella Guardia di Finanza, dove rimane fino all’otto settembre del 1943 ed ha il grado di sottufficiale. È un ragazzo di famiglia popolare, intelligente, che si impegna per costruire il proprio futuro. Ma ha carattere e idee. Quando, con l’occupazione tedesca del 9 settembre, anche a Cremona la locale Guardia di Finanza è posta davanti al ricatto di mettersi al servizio dei tedeschi, lui non ci sta. Non ci sta a collaborare con quei fascisti che, dopo lo sfarinamento totale del 25 luglio, erano tornati appunto al seguito dell’esercito hitleriano. Lui è tra quei numerosissimi giovani e quei militari che rifiutano, anche pagandone dure conseguenze. E va oltre il rifiuto, opera attivamente perché la croce uncinata ed il fascio vengano sconfitti. Continua »

69° anniversario della fucilazione di Luigi “Carmen” Ruggeri

Associazione Nazionale Partigiani Italiani – Associazione Nazionale Partigiani Cristiani – Associazione Nazionale Divisione Acqui” – Comitato Difesa e Sviluppo Democrazia – Comune di Pozzaglio

chiamano i cittadini a celebrare il 69° anniversario della fucilazione, da parte delle brigate nere, del comandante partigiano
Luigi “Carmen” Ruggeri
sottufficiale della Guardia di Finanza, Medaglia d’argento al Valor Militare

e uniscono al suo ricordo anche quello di tutti i caduti nella Guerra di Liberazione, per rinnovarne la memoria, l’opera e il sacrificio compiuti per la libertà e la pace in Europa.

Ciò si rende ancor più necessario in questo momento di difficile crisi economica, sociale e morale, per riconfermare l’attualità dei Valori della Resistenza, che ispirarono la Carta Costituzionale, soprattutto in materia di giustizia sociale, di difesa delle autonomie locali, di diritti del lavoro e di una politica di riforme, con particolare riguardo alla ricerca e all’istruzione che possa aprire ai giovani un futuro di lavoro e di sicurezza.

Programma
Pozzaglio – domenica 29 settembre 2012
ore 10,00 – In Piazza del Comune raduno autorità e partecipanti con gonfaloni e bandiere
ore 10,15 – Nel salone del Consiglio saluto di apertura di Dante Baccinelli, Sindaco di Pozzaglio – intervento di Giuseppe Azzoni, direttivo provinciale ANPI Cremona
ore 11,00 – Dalla Piazza partirà il corteo per deporre una corona di fiori alla lapide collocata nel luogo dove Luigi “Carmen” Ruggeri venne fucilato

Trieste ed il fascismo razzista

Il pomeriggio di giovedì 19 settembre al Circolo della Stampa di Trieste al Convegno “Trieste ed il fascismo razzista” nessuno esibiva il patrocinio di alcuna istituzione. Erano assenti le fasce tricolori che intervengono, senza vera convinzione, ma mossi da un freddo dovere d’ufficio.
C’era invece un gran numero di uomini e donne, di anziani e adolescenti richiamati dalla Storia rievocata dalle lucide relazioni di Tullia Catalan, Silva Bon, Annamaria Vinci, Gaetano Dato, Simone Rorato, tutti studiosi dell’Università di Trieste. Il contesto della proclamazione delle leggi razziali avvenuta in Piazza Unità il 18 settembre 1938 ad opera di Mussolini, veniva delineato in modo avvincente con documentazione e interpretazione adeguate. Anche seduti per terra e lungo le scale i partecipanti erano attenti ad ogni parola, alle riflessioni che in quella sala venivano svolte e offerte alle menti ed ai cuori, per lo sviluppo della coscienza critica di tutti. Continua »

No al raduno neonazifascista a Cantù

L’ANPI Regionale ha organizzato, con tutti i Comitati Provinciali Lombardia, e con l’adesione delle altre forze sociali politiche e sindacali democratiche, nonché della Comunità Ebraica di Milano, la manifestazione a Como di giovedì 12 settembre, nel luogo del Monumento alla Resistenza Europea, prendendo certo spunto dal raduno neonazifascista che si è saputo da poco dovrebbe svolgersi a Cantù, ma intendendo dare un significato più ampio alla presa di posizione del mondo democratico: vogliamo sensibilizzare l’opinione pubblica e le istituzioni rispetto alla necessità di contrastare i rigurgiti del nazifascismo in Italia e in Europa, ma anche alla necessità di riconoscere e combattere oggi il fascismo di sempre. Continua »

8 settembre 2013

Saluti alle autorità civili e militari, alle associazioni d’arma.

Oggi, otto settembre, celebriamo il 70° anniversario dell’inizio della Guerra di Liberazione Nazionale.
Il 1943 fu infatti l’anno della svolta nella Seconda Guerra Mondiale.
Sul fronte orientale inizia la controffensiva dell’Armata Rossa e il 10 luglio lo sbarco degli Alleati in Sicilia.
Si acuisce così la crisi politica e militare del fascismo, che era già stato scosso dagli scioperi del marzo 1943 nelle fabbriche del nord Italia. Continua »

Le carte storiche dell’ANPI di Cremona presso l’Archivio di Stato

2013-2015: 70° della guerra di liberazione. Contributo dell’ANPI e dell’Archivio di Stato di Cremona per la conoscenza di quel periodo nella nostra storia locale

Dal 25 luglio e 8 settembre 2013 al 25 aprile 2015 ricorre il 70° anniversario di un biennio decisivo per la nostra storia. L’ANPI e l’Archivio di Stato di Cremona intendono dare, nella ricorrenza, un significativo contributo alla conoscenza ed alla riflessione, mettendo a disposizione le carte storiche ANPI di Cremona depositate presso l’Archivio di Stato.

Il deposito ha avuto luogo qualche tempo fa da parte di Enrico Fogliazza, all’epoca Presidente dell’Associazione. Sino ad allora questi materiali sono stati di difficile, in parte praticamente impossibile, consultazione essendo rimaste prive di ordine, sparse in diverse dislocazioni, mancanti di indici o descrizione. Il passare degli anni ne ha in parte anche compromesso lo stato di conservazione, già problematico e poi aggravato da un incendio nel 1952 per cui alcune carte hanno margini o parti bruciacchiate.

Un faticoso, encomiabile e serio lavoro di riordino, sistemazione ed inventariazione, compiuto presso l’Archivio di Stato di Cremona da Matteo Morandi e Maurizia Sora, ha ora reso utilizzabile il materiale.

Su questa base la stessa ANPI ha potuto pertanto riesaminare in modo appropriato la documentazione in oggetto e compilarne una descrizione sufficientemente dettagliata, tale da rendere agevole la conoscenza e la consultazione di questa notevole e significativa mole di documenti. Si tratta di ben 46 contenitori (buste) che ricomprendono, oltre la vita dell’Associazione Partigiana nel dopoguerra, relazioni dettagliate, fatti, protagonisti della Resistenza cremonese dal 1943 al 1945. Per questo materiale, peraltro, si sta concludendo positivamente l’istruttoria ministeriale che lo definirà “archivio di interesse storico”.

Sul sito dell’Archivio di Stato di Cremona sarà a breve disponibile l’inventario redatto da Matteo Morandi e Maurizia Sora.

Le carte storiche dell’ANPI di Cremona presso l’Archivio di Stato.
Descrizione delle carte a cura di Giuseppe Azzoni

Cordoglio per la scomparsa di Serafino Corada

La sera del 6 agosto 2013 è morto Serafino Corada, nota e stimata figura di artigiano, ma anche di partigiano combattente, deportato in campo di concentramento nazista, amministratore pubblico nonché poeta dialettale, scrittore e storico di Castelleone.

I funerali si svolgeranno giovedì 8 agosto alle ore 10 partendo dall’abitazione di via Garibaldi per recarsi alla Chiesa Parrocchiale indi per il Civico Cimitero di Castelleone. (D.F.)

Kiro e “Fogliazza”

Spesso racconto, durante i laboratori o nelle improvvisazioni a teatro, di Kiro, un incontro unico nel suo genere e con una persona di così alta moralità. L’attenzione dei ragazzi è tale da essere fin quasi incredula. Mi dispiace solo di non aver conosciuto Kiro prima. Mi resta l’averlo conosciuto in tempo!

Quanto a lui, considerandone l’infaticabilità nel divulgare la memoria, mi vengono in mente queste parole, con le quali chiudevo l’introduzione a quella giornata cremonese alla CGIL in cui presentava il libro Maledetto Sanmartino:

“Kiro è un infaticabile contadino della Storia: accarezza la terra sulla quale viviamo e ci insegna a coltivare, facendola germogliare, la Memoria”.

Per il resto ho nostalgia di un uomo che resta nel nostro affetto e forse proprio per questo immortale.

Gianluca Foglia

Ecco lo splendido ritratto  di Gianluca Foglia, in arte Fogliazza, dall’ANPI di Cremona usato per la grafica della IV edizione di “Resistenza in festa”. Quando andavo a trovare Kiro durante gli ultimi tempi, il  quadro faceva bella mostra nel salotto di casa sua e, dopo la sua scomparsa,  accoglie chi entra nella  sede dell’ANPI di Cremona. Avendo dedicato a Kiro la nostra festa ci è sembrato naturale fotografarlo ed utilizzarlo.

Caro Gianluca, un grazie da tutti noi per quello che hai fatto per Kiro. Lui ne andava orgoglioso e, quando raccontava del modo con cui ti aveva conosciuto, lo faceva con una speciale soddisfazione e con quel compiaciuto sorriso che ci illuminava, chiamandoti ”il piccolo Fogliazza”.

Rodolfo Bona

Pagina 29 di 34« Prima...1020...2728293031...Ultima »