Archivio Autore: anpicremona - Pagina 30

La memoria batte nel cuore del futuro

Cremona, 16.3.2013 – presentazione del volume “Fascismo a Cremona e nella sua provincia”
(video su www.welfarenetwork.it)

Intervento del presidente Anpi Cremona, Mariella Laudadio

Buona sera e grazie, a nome dell’ANPI, a tutti voi che avete scelto di partecipare a questo incontro; al prof.Coppetti, prezioso testimone, alla dottoressa Bellardi, direttrice dell’Archivio di Stato di Cremona, e al prof Rozzi, docente universitario, ma soprattutto autore di numerose pubblicazioni su Cremona e sul periodo cui il libro “Il fascismo a Cremona e nella sua provincia” fa riferimento.

Grazie a nome dell’Anpi innanzitutto a Giuseppe Azzoni che è stato il motore principale della realizzazione del testo: quanti di voi vorranno leggerlo si renderanno conto del gran lavoro fatto e ancora di più dell’amore con cui è stato fatto

Grazie agli altri autori, Evelino Abeni, Rodolfo Bona, Giancarlo Corada, Romano Dasti, Michele De Crecchio, Giorgio Lipreri, Mimmo Palmieri, Giuseppe Rocchetta, Ennio Serventi, Massimo Terzi e Franco Verdi, che hanno arricchito con preziose monografie il bagaglio di conoscenze che il libro ci fornisce

Grazie all’Archivio di stato e alla Biblioteca governativa di Cremona, per la disponibilità e la collaborazione nella ricerca e a tutti coloro che hanno fornito memorie, testimonianze e documenti.

Infine grazie all’Associazione Enrico Berlinguer di Soresina per il determinante contributo e per lo stesso motivo alla Fondazione Cremona Democratica, alla fondazione Comunitaria della provincia di Cremona, alla Coop Lombardia, alla Camera di Commercio, alla CGIL provinciale, ai comuni di Casalmaggiore e Castelverde. Senza il loro sostegno l’Anpi certamente non avrebbe avuto la possibilità di realizzare l’opera.

Consentitemi un ultimo grazie, che non c’entra molto con la realizzazione di questo volume, ma per noi dell’Anpi molto sentito, ad una persona che è mancata meno di un mese fa, Kiro Fogliazza, perché senza di lui e dei suoi compagni partigiani, non solo non ci sarebbe l’Anpi, ma non ci sarebbero la nostra bella Costituzione e la nostra democrazia, ancorché imperfetta

“La memoria batte nel cuore del futuro”

Questa è la frase che compare sulla tessera Anpi del 2013  ed è anche l’essenza della missione dell’Anpi, perché noi ci proponiamo da sempre di legare la memoria del passato alla costruzione del futuro attraverso la difesa della Costituzione nata dalla Resistenza. Continua »

Liberarci – 2013

Il nuovo libro: Fascismo a Cremona

Fascismo a Cremona e nella sua provincia 1922 – 1945.
Ricerca di Giuseppe Azzoni, con contributi di Evelino Abeni, Rodolfo Bona, Gian Carlo Corada, Romano Dasti, Michele De Crecchio, Giorgio Lipreri, Mimmo Palmieri, Giuseppe Rocchetta, Ennio Serventi, Massimo Terzi, Franco Verdi.
Edito dall’Anpi di Cremona, pp. 656.

Il Partito Nazionale Fascista a Cremona: adesione e diversità territoriali, strutture e gruppi dirigenti, dialettica e scontri interni – L’economia provinciale: dalla battaglia del grano alla quota 90, all’autarchia, alla guerra – Le istituzioni e i loro esponenti e poteri: prefettura, questura, podestà – La rete delle organizzazioni parafasciste settoriali e corporative – Il controllo politico e sociale: strumenti di conoscenza, delazione, repressione – La vita quotidiana: rapporti tra le classi sociali, condizioni salariali, abitative, economiche – Le politiche e gli eventi tra cultura, spettacoli, arte e propaganda – Trasformazioni urbane nel capoluogo, uso del territorio, edilizia, opere pubbliche, infrastrutture – Rapporti con la Chiesa cattolica locale – L’antifascismo clandestino. Come la nostra provincia ha attraversato le leggi liberticide – Gli anni ’30 dall’Africa alla Spagna, dalla raccolta delle vere d’oro al consenso per l’impero – La subalternità alla Germania nazista

Presentazione del libro
con la collaborazione dell’Archivio di Stato di Cremona
Sabato 16 marzo, ore 15.30
Sala Puerari – via Ugolani Dati 4 – Cremona

Mariella Laudadio – L’impegno dell’anpi per la memoria
Angela Bellardi – Il ‘900: materiali in Archivio di Stato di Cremona
Renato Rozzi – Presentazione del libro
Mario Coppetti – Testimonianza e ricordi

Gli autori saranno disponibili per eventuali domande dei presenti.

Kiro, la sua gente

Fotografie di Francesco Pinzi Continua »

Il cordoglio dell’Anpi nazionale

Esprimiamo il cordoglio più commosso per la scomparsa di Enrico Fogliazza, “Kiro”, commissario politico della 17esima Brigata Garibaldi durante la Lotta di Liberazione dal nazifascismo e personalità di altissimo profilo della Repubblica italiana.

Sindacalista, poi per dieci anni eletto in parlamento, e ancora assessore della provincia di Cremona, Kiro è sempre stato accanto alla sua gente, battendosi per diritti che non conoscono stagioni né confini.
Ricordiamo un protagonista della Resistenza e dell’Italia migliore e il dirigente della nostra Associazione. Resterà il ricordo di un grande uomo e del suo impegno sempre ispirato agli ideali di democrazia, libertà e solidarietà.
In questo triste momento, ci stringiamo ai familiari e ai compagni tutti.
Con affettuosa vicinanza

La Presidenza e la Segreteria Nazionale ANPI

Con noi, su in montagna

Il saluto del Comitato Resistenza Colle del Lys

(in attesa del filmato di Gian Carlo Storti / welfarecremona.it)

Uniti per difendere la Costituzione

Il saluto di Mariella Laudadio, Presidente dell’Anpi provinciale

Oggi siamo qui per salutare per l’ultima volta Kiro e non sono necessarie troppe parole per dargli il nostro commiato.
Tutti, in questa piazza e in questa città, lo conoscevamo e in tanti lo abbiamo amato, e a volte non era facile, dato, se posso dirlo, il suo carattere spigoloso, ma quando glielo dicevo non si arrabbiava…
Kiro il politico, parlamentare della Repubblica per il PCI, consigliere comunale, assessore. Kiro il sindacalista, segretario provinciale della Federterra in momenti convulsi e a volte tragici della vita delle nostre campagne. Kiro lo scrittore, anzi il narratore instancabile e appassionato della vita nelle cascine, delle lotte contadine, della Resistenza.
Kiro il militante dell’Anpi e poi presidente, con la sua determinazione a fare della nostra associazione qualcosa di vivo e pulsante; non solo un elemento di tributo alla memoria ma il centro propulsore degli ideali di quella Costituzione scritta col sangue che è nostro compito difendere. Continua »

Il valore delle lotte

Il saluto di Mimmo Palmieri, segretario provinciale della Cgil

Kiro Fogliazza partigiano, Enrico Fogliazza sindacalista, onorevole Enrico Fogliazza parlamentare, uomo politico.
Ma possiamo dire, più semplicemente, un uomo “attivo nel Movimento”.
Erano anni, quelli che hanno forgiato il Kiro combattente, di una straordinaria unità di lotta su tutti i fronti per avverare le migliori aspirazioni di milioni di diseredati: la lotta partigiana era lotta antifascista, dunque era lotta di liberazione militare e insieme lotta di liberazione e di emancipazione sociale, da proseguire, scesi dalle montagne, nelle battaglie politiche e sindacali unite da ideali e intenti condivisi. La nuova linfa del Movimento, dopo la Liberazione, era proprio l’energia della consapevolezza acquisita, in circostanze talvolta anche tragiche, dei resistenti, dei partigiani: partigiani, appunto, coloro che “prendevano parte” e “si schieravano” dalla parte dei perdenti di una millenaria storia, per trasformali in vincitori, “da sudditi a liberi cittadini”.

continua a leggere

Pagina 30 di 32« Prima...1020...2829303132