Archivio Mensile: aprile 2014

Resistenza, Liberazione, Europa

Tavola rotonda a cura del Centro Studi Europeo O.n.l.u.s. con Mariella Laudadio, Angelo Rescaglio, Vincenzo Montuori, Alfredo Gardani, Marco Pezzoni.

Sabato, 26 Aprile 2014, ore 17.30
Sala Eventi – SpazioComune, Cremona, Piazza Stradivari 7

“L’Europa è un pensiero che mai si accontenta”
Paul Hazard

Dalle riflessioni di Bonhoeffer e Mazzolari sulla Resistenza alle posizioni di Altiero Spinelli ed Ernesto Rossi a Ventotene e a Ginevra per un’Europa libera e unita. Dagli scritti di Hannah Arendt ed Elio Vittorini all’attuale dibattito tra euroscettici e federalisti esemplificato nel confronto tra il sociologo Wolfgang Streek e il filosofo Jurgen Habermas: ritorno alla sovranità nazionale degli Stati o Stati Uniti d’Europa? Tecnocrazia globale o democrazia europea? Continua »

Fuori dalla zona grigia

Nell’ambito delle iniziative culturali per il 70° della guerra di Liberazione esce in questi giorni un nuovo libro edito dall’ANPI: “Fuori dalla zona grigia. Protagonisti e vicende della guerra di Liberazione nell’archivio dell’ANPI di Cremona”. Da documenti sinora in gran parte non conosciuti vi si racconta un pezzo di storia della nostra provincia, tra l’otto settembre 1943 e il 25 aprile 1945.

Un futuro magistrato, Fulvio Righi, che partecipa alla Resistenza ed all’assedio di Gropparello col nome di battaglia “Passatore”. Il primario anatomopatologo del nostro Ospedale Maggiore, il prof. Franz Cortese, che sotto il nome “Gentile” è il capo clandestino del servizio sanitario partigiano. I ferrovieri che mettono in atto, sotto il naso dei tedeschi, i sabotaggi più rischiosi ed efficaci a treni e binari. Tante donne, insegnanti in testa, assai più numerose e con compiti ben più essenziali di quanto comunemente noto. Un quadro completo delle brigate partigiane in provincia e di chi le comandava.

L’indice parte da Cefalonia, tocca le incredibili vicende di cremonesi che hanno combattuto coi partigiani greci e jugoslavi, dei giovani che sono andati in montagna, di fascisti che hanno deciso di combattere dalla parte della libertà, di protagonisti apparentemente minori che corsero grandi rischi e permisero alla Resistenza di vivere e vincere.
Sono diverse centinaia i nomi che compaiono in questa ricerca, curata da Giuseppe Azzoni. Il libro è illustrato con disegni degli studenti della 3B Grafico del Liceo Artistico Munari.
La presentazione è prevista per il 16 maggio prossimo nella sala dell’Archivio di Stato, dove le carte storiche dell’ANPI sono state riordinate e sono oggi conservate.

Il 25 aprile tutti in corteo e in piazza!

Le associazioni partigiane invitano cittadini, associazioni, sindacati e partiti a celebrare insieme il 25 aprile nel 69° anniversario della Liberazione dell’Italia dal fascismo. (vedi locandina)
Chi vinse allora era dalla parte giusta e vinse per tutti, anche per chi stava dall’altra parte.
Ma oggi più che mai c’è da combattere, con le armi della democrazia, contro i nuovi fascismi, il razzismo e le discriminazioni.
Facciamo nostro lo spirito di quelle partigiane e di quei partigiani che il 25 aprile di 69 anni fa invasero le nostre strade e le nostre piazze portando negli occhi la gioia di aver conquistato la libertà e la democrazia.
Anche in quella giornata loro non dimenticarono chi aveva donato la vita sulle montagne e nelle pianure, in Italia e fuori; e così noi non dimenticheremo chi allora decise di mettere in gioco la vita per la libertà.
Allora nacque la Costituzione, allora nacque un Paese libero fatto di cittadini consapevoli che la democrazia si conquista, e si merita, ogni giorno.
Vi aspettiamo numerosi al corteo che partirà da S.Luca alle ore 10,30 e poi in piazza del Comune, dietro le insegne delle associazioni partigiane, per confermare ancora una volta la nostra volontà di respingere qualsiasi tentativo di revisionismo, per ribadire che l’Italia è una nazione libera, democratica, solidale e antifascista.
Viva il 25 aprile, viva la Resistenza!

ANPI – ANPC – ANDA
*
Nel pomeriggio a partire dalle ore 16 in piazza Roma si terrà la tradizionale festa conclusiva di LiberArci, con giochi, racconti e musica, con il patrocinio del Comune di Cremona.

Incontro con Mimmo Franzinelli

Il prossimo 22 aprile 2014 il prof. Mimmo Franzinelli terrà a Cremona alle 17.30 presso Spazio comune (piazza Stradivari) un incontro sul tema:
“Antifascismo e Resistenza tra storia, memoria ed eredità morale”
L’iniziativa è organizzata dall’ASSOCIAZIONE 25 APRILE in collaborazione con l’ANPI di Cremona. Verrà introdotta da Giuseppe Azzoni e sarà presieduta da Piergiorgio Bergonzi.

MIMMO FRANZINELLI
Franzinelli è uno dei più originali studiosi dell’Italia contemporanea, autore di numerose ricerche su fascismo e antifascismo, anni della ricostruzione e strategia della tensione.
Fra i suoi lavori più significativi, ricordiamo I tentacoli dell’OVRA, Il Duce proibito, RSI. La Repubblica del duce, Ultime lettere dei condannati a morte e dei deportati della Resistenza, La sottile linea nera, “Bombardate Roma”. Guareschi contro De Gasperi: uno scandalo della storia repubblicana.
Mimmo Franzinelli ha insegnato per diverso tempo ed è sempre impegnato nel tradurre i contenuti della sua ricerca in lezioni per gli studenti.

Mario Coppetti e Graziano Bertoldi per il 70° della Resistenza

L’Anpi organizza una Mostra per il Settantesimo della Resistenza di opere di Mario Coppetti e Graziano Bertoldi.

La mostra si aprirà il pomeriggio di giovedì 24 aprile – sarà aperta il sabato pomeriggio dalle ore 15,00 alle 19,00 e domenica mattina dalle ore 9,00 alle 12,30 – e terminerà a fine maggio.

La s minuscola