Donne della Resistenza nel territorio cremonese 1943-1945

Venerdì 22 aprile alle ore 17:00
SpazioComune – Comune di Cremona (piazza Stradivari 7)
presentazione della pubblicazione

“Donne della Resistenza nel territorio cremonese 1943-1945″

realizzata dal Comune di Cremona in collaborazione con l’Associazione Nazionale Partigiani Italiani, l’Associazione Nazionale Partigiani Cristiani, l’Associazione Nazionale Divisione Acqui, l’Associazione Emilio Zanoni e l’Archivio di Stato di Cremona.

A seguire: affissione della lapide dedicata alle donne della Resistenza nel Cortile Federico II – Palazzo Comunale

Per un diritto che la Costituzione ci attribuisce

In merito al referendum che si svolgerà il 17 aprile, l’ANPI provinciale Cremona considera doverosa la partecipazione al voto e raccomanda ai propri iscritti di esercitare un diritto che la Costituzione ci attribuisce.
Questo referendum chiede di abrogare la norma che consente alle aziende che estraggono petrolio e gas nei nostri mari, entro le 12 miglia marine, di continuare ad estrarre anche dopo la scadenza della concessione e fino all’esaurimento del giacimento.
Pur senza entrare nel merito prendendo posizione per il “Sì” o per il “NO”, l’ANPI ritiene che gli appuntamenti di democrazia, come è appunto quello referendario, vadano onorati e non fatti fallire per la mancanza del quorum.
Inoltre, la mancata partecipazione a questo referendum potrebbe influenzare negativamente anche quello sulla riforma del Senato, per il quale la nostra associazione è fortemente impegnata a favore del “NO” alla riforma.
Pertanto ci auguriamo che il 17 aprile i cittadini e le cittadine si rechino ai seggi e che si raggiunga il quorum, quale che sia il risultato, se a favore del “Sì” o del “NO”.

La Presidenza ANPI provinciale Cremona

Il novantesimo compleanno del partigiano “Lupo”

Valentina Corbani è la nuova presidente cittadina dell’ANPI

È stata eletta giovedi 31 scorso con voto unanime dal Comitato della Sezione “Salvador Allende” della città di Cremona. Era presente alla riunione anche il presidente provinciale Gian Carlo Corada.
La riunione era stata aperta dal presidente cittadino uscente Ennio Serventi che ha confermato la decisione, annunciata nel recente congresso, di non ricandidarsi, per motivi personali e soprattutto per favorire il rinnovamento, fine per il quale ha operato nel corso del suo mandato.
Valentina Corbani, che ha 28 anni ed è laureata in Lingue straniere, da tempo frequenta la nostra ANPI e collabora alle attività in modo da tutti apprezzato. Sensibile e preparata sui temi dell’antifascismo e della Resistenza, sarà una giovane presenza femminile davvero preziosa per l’Associazione ed il suo rinnovamento.
Nella stessa riunione si sono poi discusse le numerose iniziative in cantiere attorno al prossimo 25 aprile. In particolare verranno ricordate le figure di Ferruccio Ghinaglia e di Bruno Ghidetti, oltre alla partecipazione alle importanti iniziative unitarie che verranno annunciate.

Togliatti a Cremona (su repubblica, religione e voto alle donne)

(Lavoratori in arrivo per la manifestazione con Togliatti nel 1946 - Archivio fotografico Cgil Cremona)

Quel 1946 della Repubblica e della Costituente: a Cremona settanta anni fa (4)

Il segretario nazionale del PCI Palmiro Togliatti parlò due volte alla popolazione cremonese. La prima fu il 26 marzo 1946, nella storica campagna elettorale per la Repubblica e la Costituente che si concluse il 2 giugno. La seconda fu il 10 marzo 1957, amministrative per il Comune di Cremona (fuori turno e che politicamente assumevano anche rilievo nazionale). Ambedue le manifestazioni si possono definire tra le più imponenti della storia cittadina per la partecipazione popolare. Nel suo 70° anniversario parliamo qui della prima, quando a fine marzo ’46 circa 40.000 persone (giunte anche dalla campagna con carretti e biciclette…) riempirono piazza Marconi e le vie adiacenti.
Aprì la manifestazione Giuseppe Gaeta, segretario provinciale del partito comunista, che sottolineò quanto aveva detto Antonio Gramsci davanti al tribunale fascista: voi condurrete l’Italia alla rovina, un giorno saranno i comunisti a salvarla. Ciò si è avverato, proseguì Gaeta, col grande contributo dato dai comunisti alla Liberazione e con quello che essi stanno ora facendo, insieme alle forze sinceramente antifasciste, “per la rinascita della nazione armati di buona volontà, spirito di sacrificio, comprensione dei problemi che angosciano il popolo italiano, con ordine e disciplina, nella legalità…” Continua »

Gian Carlo Corada nuovo presidente provinciale Anpi

Si è riunito oggi, sabato 19 marzo 2016, il nuovo Comitato provinciale dell’ANPI uscito dal congresso tenuto domenica scorsa. All’ordine del giorno l’elezione del nuovo presidente, dopo che l’uscente Mariella Laudadio aveva confermato di non voler ricandidarsi. Al Comitato, presente pressoché al completo, la stessa Laudadio ha proposto il nome di Gian Carlo Corada. Dal dibattito che è seguito sono venuti ringraziamenti per il buon lavoro svolto dalla presidenza uscente, proposte circa la costituzione del prossimo organismo esecutivo e motivate espressioni di condivisione sul nome del prof. Corada. Con apprezzamenti sulle sue doti di cultura, di equilibrio, di attività civile e politica coerentemente democratica ed antifascista, di esperienze importanti nelle Istituzioni in qualità di Presidente della Provincia e di Sindaco di Cremona.
Quindi nella votazione la proposta è stata approvata all’unanimità.
Il neoeletto presidente Corada ha preso subito dopo brevemente la parola per ringraziare della fiducia e per alcune annotazioni sulle attività da affrontare. Di carattere immediato la costituzione di un organismo di tipo esecutivo che lo affianchi e soprattutto la vicinissima scadenza del 25 aprile, con la manifestazione ed altre iniziative già al vaglio del nuovo Comitato unitario costituitosi presso la sede municipale.
Sulle linee più generali Corada ha sottolineato la continuità ed il rafforzamento del lavoro di memoria e divulgazione storica sull’antifascismo, la Resistenza, la democrazia e particolarmente il rapporto su ciò con la Scuola secondo il recente accordo tra ANPI e Ministero dell’Istruzione. Insieme al lavoro relativo alla memoria proseguirà l’impegno su grandi temi attuali dello sviluppo della democrazia contro ogni ripresentarsi di rigurgiti del nazifascismo, della pace e della Costituzione repubblicana.

Verbale

 

Il 16° congresso dell’ANPI di Cremona

Domenica 13 marzo, nel salone della Camera del Lavoro, si è tenuto il 16° congresso dell’ANPI di Cremona. Lo ha presieduto PierAntonio Bonetti, della segreteria uscente, presenti 48 (dei 52) delegati eletti nei 10 congressi di zona della provincia. Gli iscritti in provincia sono 492 (più 10% rispetto al precedente congresso del 2011). Molti gli invitati in rappresentanza di istituzioni ed associazioni. Per essi hanno portato interventi, non formali, il sen. Rescaglio (Partigiani Cristiani), Tiziano Zanisi (Assoc. Div. Acqui), il sindaco di Cremona Galimberti, i parlamentari Pizzetti e Bordo, Mimmo Palmieri per CGIL, CISL e UIL.
Ha voluto essere presente, pur se sofferente per un recente ricovero ospedaliero, Mario Coppetti, forte personalità dell’antifascismo cremonese ed ex presidente ANPI per molti anni. All’inizio dei lavori egli ha portato un messaggio salutato da un grande applauso di affetto e di gratitudine. Continua »

Congresso ANPI 2016

Pagina 10 di 29« Prima...89101112...20...Ultima »