Deo Tonani, Sergio Rapuzzi e gli altri caduti del Colle del Lys

Oggi siamo qui per ricordare il sacrificio di Deo Tonani, comandante della brigata garibaldina Felice Cima al quale è intitolata questa strada, e Sergio Rapuzzi, suo vice, entrambi medaglia d’argento al valor militare.
Erano tanti i cremonesi sulle montagne della Val di Susa, fra loro c’era anche Enrico Fogliazza, il partigiano Kiro, commissario politico della brigata. Pucci e Deo furono colpiti il 29 marzo del 1945. Continua »

Commemorazione dei Caduti partigiani Amedeo Tonani e Sergio Rapuzzi

Domenica 29 marzo, ore 10.30, in via Amedeo Tonani – spazio antistante la Chiesa di S. Sebastiano – viene commemorato il 70° del sacrificio dei partigiani “Deo” Tonani e Sergio Rapuzzi. Ne ricorderà il profilo e la vicenda la Presidente provinciale dell’ANPI Mariella Laudadio.
Un folto numero di giovani cremonesi, un centinaio, furono partigiani in Valle Susa, nella 17a Brigata garibaldina “Felice Cima”. Il comandante della brigata, Amedeo Tonani “Deo”, ed il suo vice Sergio Rapuzzi “Pucci” vi sacrificarono la vita 70 anni fa, nel corso di un tragico rastrellamento nazifascista in località Favella. Continua »

Carlo Gilberti

Sabato 21 marzo alle ore 11 nell’aula magna del Liceo scientifico “Gaspare Aselli” di Cremona, alla presenza degli studenti della classe quinta del corso E, sarà commemorato il partigiano Carlo Gilberti, ex allievo di questo istituto, fucilato il 12 gennaio 1945 a Bramaiano di Bettola (Piacenza). Una lapide lo ricorda nell’atrio della scuola. Sarà l’occasione per raccontare ai giovani studenti dell’ultimo anno di liceo la conclusione della guerra di Liberazione nel suo 70° anniversario.

Finiti gli studi liceali Carlo Gilberti s’iscrisse alla facoltà di ingegneria del Politecnico milanese.
Sul finire dell’estate del 1944, raggiunto dalla cartolina precetto che gli imponeva l’arruolamento nell’esercito di Salò, messo davanti alla scelta più drammatica della sua giovane vita, disertò l’arruolamento fascista, scelse la Resistenza diventando il partigiano “Kilometro”. Continua »

Conoscere la Costituzione

L’Associazione 25 Aprile, con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Cremona, organizza tre incontri per:

Conoscere la Costituzione. Formare alla cittadinanza.

Il primo degli incontri sarà tenuto da CARLO SMURAGLIA (Presidente nazionale dell’ANPI) e si intitola

Principi e valori della Costituzione. Origini e attualità

l’appuntamento (ingresso gratuito) è per giovedì 19 marzo alle ore 16,00 presso la Sala Puerari del Museo Civico Ala Ponzone in via Ugolani Dati, Cremona.

Un’odissea partigiana

Con il patrocinio del Comune di Cremona
Società Filodrammatica Cremonese
Nell’ambito della rassegna “FILO-LIBRI”
Sala Convegni del Circolo Filodrammatici (g.c.)
Piazza Filodrammatici, 2 – Cremona
Venerdì 13 Marzo 2015 – ore 17.00
Presentazione del libro di Mimmo Franzinelli, storico, e Nicola Graziano, magistrato,
Un’odissea partigiana
Edizioni Storie Feltrinelli
Si confrontano con gli autori Fulvio Stumpo, giornalista de La Provincia e Giovanni Rossi, giornalista di Cremona1

(vedi locandina)

Ciao Kiro

Domenica 22 febbraio al Circolo Signorini ARCI E ANPI ricordano il partigiano Kiro nel 2° anniversario della scomparsa.
Un sincero ringraziamento dalle due associazioni al Comitato Col del Lys e all’Archivio nazionale cinematografico della Resistenza per la concessione del DVD che sarà proiettato nell’ccasione.
Sarà presente lo storico Marco Sguayzer che ha collaborato alla sua realizzazione.

Renato Campi, 22 dicembre 1925 – 16 febbraio 1945

(cliccare sull’immagine per ingrandirla)

Mario Coppetti, Commemorazione di Renato Campi in occasione del 60° della sua fucilazione,
Sala dei Quadri di Palazzo Comunale, 19 febbraio 2005

L’antifascismo non è mai violenza

Il comitato direttivo provinciale Anpi Cremona, ha deliberato la diffusione del seguente comunicato:

Sabato 24 gennaio Cremona è stata teatro di una esplosione di violenza squadristica ingiustificata ed anche in contrasto con l’appello dei familiari di Emilio Visigalli.
I fatti, accaduti durante una manifestazione alla quale l’Anpi ha scelto di non partecipare, ci inducono a ribadire la posizione della nostra associazione riguardo all’uso della violenza ed all’antifascismo.
Non stupisca l’accostamento delle due parole: per noi “violenza” e “antifascismo” non possono stare insieme, eppure nelle ultime settimane attorno a questa nostra sempre ferma posizione c’è stata grande confusione sugli organi di stampa.
L’Antifascismo è libertà, è rispetto della legalità, è sostegno alle ragioni dei più deboli, è inclusione delle minoranze e valorizzazione delle differenze, di genere, di culto, di lingua, di opinione.
L’antifascismo non è mai violenza. Continua »

Pagina 20 di 31« Prima...10...1819202122...30...Ultima »